Logo 1.jpgLogo 2.jpg

 

L’art. 21 della Legge n°59 del 1997  al comma 9 stabilisce nell’ultima parte “l'obbligo di adottare procedure e strumenti di verifica e valutazione della produttività scolastica e del raggiungimento degli obiettivi”.

L’autovalutazione di Istituto nasce, pertanto, per verificare la qualità dell’azione formativa di una singola scuola anche ai fini del processo di miglioramento.

Le scuole perciò sono tenute a dimostrare che:

  • sono capaci di assolvere il compito che lo stato, la società, la comunità ha assegnato loro

  • sono capaci di leggere la domanda degli utenti e di rispondere ad esse nel modo più efficace

  • sono capaci di migliorare continuamente, secondo l’approccio basato sulla “qualità”, cioè garantire l’efficacia e l’efficienza delle azioni formative

  • sono capaci, come fornitori del servizio educativo, di render conto di ciò che stanno facendo in relazione ai propri fini e alle legittime aspettative degli utenti, in termini comprensibili e in modo sistematico.